Il Social Media Marketing non è un gioco da “ragazzi”!

Dopo quasi otto anni dalla mia prima campagna Social su Facebook, ho deciso di scrivere questo articolo, dedicato a tutte quelle persone, aziende, imprenditori, commercianti che hanno deciso di prendere in mano il loro marketing sul web e che sono convinti che l’attività possa essere svolta da un “ragazzo” giovane con una buona dose di creatività e un po’ di dimestichezza con il Pc.

Molti dei miei clienti, inizialmente non comprendevano minimamente cosa fosse questo Social Media Marketing, credendo che tutto si limitasse alla creazione e pubblicazione del post visibile sulla loro Pagina Sociale/Aziendale.

In realtà credo che alcuni di loro non sappiano ancora cosa facciamo, e non gli interessa capirlo fino in fondo, ma continuano a lavorare con noi per gli ottimi risultati che stanno ottenendo grazie alle nostre azioni (parliamo in molti casi di milioni di euro).

Detto questo, la prima cosa che bisognerebbe conoscere per iniziare a lavorare seriamente su Facebook sono alcuni termini/indicatori che ci aiutano a capire se le nostre campagne stanno avendo successo e se stiamo commettendo degli errori ci aiutano a capire cosa sta accadendo.

Ecco a Voi, quindi, il Dizionario base del Social Media Marketing:

Reach = è la portata, ovvero il numero di utenti unici che riesci a raggiungere con un post, un video, una foto, etc. E’ un valore netto, nel senso che conta le persone e non le volte che hanno visto il contenuto sociale da te pubblicato.

Impression = rappresenta il numero di volte che un contenuto sociale (post, immagine, video) ha avuto la possibilità di essere visto da un certo pubblico. Esprime un valore potenziale, potremmo dire lordo, nel senso che non tiene conto della frequenza del messaggio pubblicato, dei metodi di visualizzazione dello stesso, della duplicazione dell’audience etc;

Brand Awareness =  Notorietà di marca, è un parametro che indica quanto un brand e i suoi prodotti o servizi sono conosciuti e riconosciuti nella mente dei consumatori.

Engagement = E’ il coinvolgimento, misurato nel grado d’attenzione che la persona presta al contenuto condiviso attraverso il tuo account social (commento, condivisione, click, menzione, like, etc) e ha lo scopo di creare legami tra il brand e i clienti!

Insights = è uno strumento che permette alle aziende di monitorare tutto quello che accade sulla propria pagina.

CTA (Call to Action) = chiamata all’azione, generalmente si utilizza una forma imperativa o una domanda per spingere gli utenti a compiere il gesto voluto (“condividi se ti è stato utile”; “ti è stato utile? Allora condividi”; “clicca qui e guarda subito”; “vuoi vedere l’offerta? Clicca qui”)

Conversion = conversione; indica la trasformazione da semplice visitatore a cliente, o comunque ad utente che ha svolto l’azione desiderata (iscrizione alla newsletter, richiesta d’informazioni, acquisto).

Retention = conservazione dei clienti una volta che hanno acquistato, trattenere i clienti è in genere più profittevole che acquisirne di nuovi, perché è sicuramente più facile portarli ad acquistare nuovamente.

Lead Generation = è un’azione di marketing che consente di generare una lista di potenziali clienti interessati ai prodotti o servizi offerti da un’azienda.

Questa operazione consiste nel trovare i clienti interessati, farsi dare i contatti dalla persona (prospect) e costruire un database che sarà utilizzato dal reparto dedicato al commerciale. Di solito nel web si genera traffico verso una particolare pagina (chiamata landing page o pagina di atterraggio) attraverso cui l’utente può compilare una form per ricevere informazioni e/o venire contattato (per esempio con l’invio di posta personalizzata).

Social Media Crisis = crisi generata, spesso, dai commenti negativi degli utenti/fan riferiti all’azienda, o ai suoi prodotti/servizi, postati sui social e condivisi da altri utenti in maniera virale. La crisi nei social media può davvero minare l’immagine aziendale se non viene gestita bene.

Social Media Fail = Quando la comunicazione aziendale sui social media fallisce completamente!

Come avrete capito, già solo leggendo il significato di questi indicatori, Facebook, dunque, non può essere ridotto al semplice post pubblicizzato sulla vostra pagina.

Attraverso facebook e gli altri social si fa pubblicità del vostro brand, della vostra attività, dei vostri prodotti e servizi. E’ a tutti gli effetti una vetrina accessibile a tutti, è un canale di comunicazione diretto ai vostri già clienti e a quelli potenziali.

Per questo motivo vi sconsiglio vivamente di mettere in mano la vostra azienda-reputazione-marketing-clienti “Social” ad un ragazzo “smanettone”, (mi piace definire così i ragazzi più audaci/improvvisati del mondo web) o al vostro dipendente che “parla e scrive così bene”, o ancor peggio a vostro figlio/nipote/amico “che tanto lo fa gratis”.

Il social media marketing è una cosa seria, non è un gioco da “ragazzi”!

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*