NASPI: la nuova indennità di disoccupazione!

Dal 1 Maggio è entrata in vigore la nuova indennità di disoccupazione: la Naspi (Nuova prestazione di Assicurazione Sociale per l’Impiego)

A chi si rivolge?

Il nuovo ammortizzatore sociale è destinato a tutti i lavoratori che hanno perso involontariamente il lavoro o che si siano dimessi per giusta causa.

Chi è escluso da questo sussidio?

– i dipendenti a tempo indeterminato delle pubbliche amministrazioni;
– i lavoratori addetti ai servizi domestici e familiari, gli operai agricoli e gli apprendisti per i quali continuano a permanere le regole vigenti.

Quali sono i requisiti necessari?

– essere in stato di disoccupazione;
– avere almeno 13 settimane di contribuzione nei quattro anni che precedono lo stato di disoccupazione;
– avere almeno 30 giornate di lavoro effettivo, a prescindere dal minimale contributivo, nei 12 mesi che hanno preceduto la disoccupazione.

Quanto dura?

La durata della Naspi varia in base ai contributi versati da ogni soggetto e potrà arrivare a un massimo di 24 mesi per chi ha lavorato negli ultimi 4 anni, scendendo fino a 18 mesi alla data 1°gennaio 2017.

La durata massima prevista è pari alla metà delle settimane coperte da contribuzione nei quattro anni precedenti il giorno di perdita del lavoro.

Dal conteggio, ovviamente, sono esclusi i periodi che hanno già causato l’erogazione della vecchia indennità di disoccupazione.

Per chi entrerà in stato di disoccupazione dal 1 gennaio 2017, la durata della prestazione non potrà superare le 78 settimane.

Come fare richiesta della Naspi?

Per fruire del sussidio di disoccupazione i lavoratori aventi diritto devono, a pena di decadenza, presentare apposita domanda all’INPS, esclusivamente in via telematica, entro il termine di decadenza di 68 giorni dalla cessazione del rapporto di lavoro.

Per inoltrare la domanda della Naspi si possono utilizzare i seguenti modi:

– WEB – direttamente dal cittadino tramite PIN dispositivo attraverso il portale dell’Istituto;
– Enti di Patronato – attraverso i servizi telematici offerti dagli stessi.
– Contact center integrato INPS-INAIL ( numeri di telefono: 803164 da rete fissa e 06 164 164 da rete mobile)

In particolare il termine di sessantotto giorni per la presentazione della domanda della Naspi decorre dalla data di cessazione dell’ultimo rapporto di lavoro;
La domanda deve essere inoltrata al sito dell’Inps entro 68 giorni dalla cessazione del rapporto di lavoro e il sussidio spetta al disoccupato dal giorno successivo alla domanda.

La Naspi non potrà superare i 1.300 euro al mese e verrà ridotta del 3% al mese dopo i primi quattro.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*