Kickstarter: la piattaforma che finanza i progetti creativi!

Le idee diventano progetti grazie a Kickstarter!

Lanciato nel 2009, Kickstarter, la piattaforma mondiale di raccolta fondi che dà la possibilità di realizzare i propri progetti creativi, sbarcherà anche in Italia, il tredicesimo paese in cui viene lanciato.

Fino ad oggi 8,8 milioni di persone hanno investito 1,6 miliardi di euro dando vita a più di 86.000 progetti creativi.
Con l’apertura del sito anche in Italia, sarà possibile raccogliere fondi con la nostra valuta, utilizzare il conto corrente bancario nel nostro Paese e la lingua italiana.
Il Co-fondatore e Ceo di kickstarter, Yancey Strickler, è molto entusiasta di questo nuovo sbarco: “Le idee innovative italiane sono sempre state apprezzate in tutto il mondo”.

Come funziona il finanziamento?

Si basa sul concetto del “tutto o niente”: se un progetto ha successo, poiché ha raggiunto i suoi obiettivi di finanziamento, tutti i finanziatori (‘backers‘) pagano la propria quota al momento della scadenza. Se il progetto decade prima, nessuna somma viene addebitata ai backers.
Non vi è alcuna forma di garanzia che le persone che propongono un progetto su Kickstarter lo porteranno a termine, né che useranno il denaro raccolto per finanziarlo o che i progetti così completati saranno all’altezza delle aspettative dei sostenitori, e lo stesso Kickstarter è stato accusato di fornire insufficiente controllo di qualità. E’ così che la piattaforma consiglia agli sponsor di usare il buonsenso al momento di sostenere un progetto, e avverte coloro che lo propongono che potrebbero essere citati per danni legali da parte degli sponsor qualora non riuscissero a portare a compimento le opere promesse.

Fino a ieri un italiano interessato a proporre la sua idea sul sito doveva affidarsi a qualcuno residente, e con un conto bancario, in Stati Uniti o Gran Bretagna, ma a brevissimo, non sarà più così.
“Viviamo in una nuova età dell’oro della creatività, dove chiunque sia dotato di fantasia può realizzare qualcosa di concreto collaborando con le altre persone. L’Italia ha già contribuito moltissimo alla cultura mondiale, dalla moda al cibo, dall’arte al cinema, dalla musica alla letteratura, le idee innovative italiane sono sempre state apprezzate in tutto il mondo. Aiuteremo tutti i creativi italiani a realizzare le proprie idee innovative attraverso il sistema della collaborazione e con il supporto di una community mondiale davvero enorme” conclude Yancey Strickler.

Voi cosa ne pensate? Avrà successo in Italia? Scrivetelo nei commenti! 😉

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*