Quali sono i canali giusti per cercare lavoro?

pulsante2

La scorsa settimana abbiamo parlato  delle 5 domande utili da porsi prima di scegliere il percorso lavorativo. Oggi invece, parleremo di quali sono i canali  giusti per cercare lavoro, per individuare le aziende che sono alla ricerca di dipendenti/collaboratori e quindi ottenere nuove opportunità lavorative.

Spesso mi sento dire da chi è in cerca di lavoro: <<il lavoro non c’è >>, oppure << sono mesi che cerco lavoro, ma non trovo nulla >>. Ora la prima osservazione da Job Trainer è: Stai cercando bene? Quali canali di ricerca stai utilizzando? A volte,infatti, una ricerca sbagliata potrebbe portare a scarsi risultati.

Oggi il mondo del lavoro, rispetto ai tempi dei nostri genitori, è cambiato completamente e che cercare lavoro è un Lavoro e come tale ha bisogno di tempo, pazienza e perseveranza per ottenere discreti risultati.

Quali sono i canali giusti per cercare lavoro ?
I canali più utilizzati sono i seguenti:

  1. Agenzie per il lavoro: anche conosciute come agenzie interinali. Oggi queste agenzie si sono un pò evolute e non offrono più solo lavoro “in affitto” ma spesso hanno anche proposte di vera e propria selezione con inserimento diretto in azienda;
  2. Giornali o Riviste: Ci sono tantissimi giornali di settore dedicati completamente al cerco/offro lavoro e/o riviste (anche gratuite) in cui ci sono intere sezioni dedicate agli annunci;
  3. Passaparola: chiedere aiuto a parenti e amici. E’ emerso infatti da  un’indagine fatta lo scorso anno che ben il 44% dei under 30 ha trovato lavoro grazie a parenti,amici e conoscenti, ma non solo attraverso la classica raccomandazione (che le aziende oggi sembrano preferire nel  67% dei casi) ma anche semplicemente attraverso la segnalazione di un’offerta di lavoro;
  4. Autocandidatura: continua ad essere la via preferenziale per la maggior parte dei candidati, oltre il 74% cerca lavoro attraverso questo canale. Personalmente lo ritengo un buon canale se dietro c’è lo studio delle esigenze dell’azienda verso la quale ci si candida (candidarsi in un’azienda concorrente a quella dove si lavora attualmente, oppure in linea rispetto agli studi fatti etc) altrimenti potrebbe risultare un’azione invana ;
  5. Siti Internet di cerca lavoro: questa è la strada che più consiglio in quanto oggi tutto si muove sul web, ma soprattutto si riesce a trovare un aggirnamento quotidiano di opportunità, ci sono dei siti internet in cui è possibile addirittura creare il proprio CV e se fatto con criterio è più facile essere contattati dalle aziende che acquistano da loro servizi; La cosa veramente interessante di questi siti è che ci si può iscrivere e chiedere di ricevere le offerte di lavoro, che verranno da lì in poi pubblicate, inerenti ad una determinata mansione e una specifica area geografica. Sono tanti i siti attendibili e ricchi di offerte aggiornate quotidiamente da cui potete iniziare, senza dimenticare che anche vrformazione ha le sue offferte on line.
  6. Social Network: ecco il canale più innovativo e in voga del momento. Con l’avvento dei social network oggi si ha la possibilità di parlare direttamente con il direttore del personale di una certa azienda o addirittura con l’amministratore (nel caso delle aziende più piccole), attraverso una buona lettera di presentazione, quindi, potreste attirare la Sua attenzione e ottenere subito un colloquio conoscitivo. Il social network migliore per cercare lavoro è Linkedin.

CONCLUSIONI: I canali per la ricerca del proprio lavoro sono molteplici; è importante attivarsi su tutti questi contemporaneamente e quotidianamente fino a quando non si otterrà la tanto attesa chiamata per il colloquio conoscitivo. Quindi armatevi di tanta pazienza e perseveranza senza scoraggiarvi, mi raccomando, al primo rifiuto!

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*