Perché e come scrivere una lettera di presentazione da allegare al curriculum

 

La scorsa settimana abbiamo parlato dei 10 consigli per scrivere un curriculum di successo, oggi invece ci occuperemo della lettera di presentazione, un altro strumento utile per aumentare le opportunità di trovare lavoro.

Non la pensano  in questo modo 300 candidati a cui sono state chieste le motivazioni della mancanza di cura  nella lettera di presentazione. Nel 80% dei casi, infatti,  la risposta è stata “Non considero la lettera di presentazione utile, credo che le aziende non la leggano”.

Al contrario 100 aziende intervistate al riguardo dichiarano nel 85% dei casi di leggere la lettera di presentazione e di aprire il curriculum solo quando questa è convincente, mentre i curricula senza lettera o con lettera non “ad hoc” vengono lasciati da parte e  aperti solo in seconda battuta.

Le aziende dichiarano inoltre, nel 60% dei casi,  di rispondere al candidato anche quando l’esito è negativo se la lettera  è stata fatta appositamente per il proprio annuncio. Ecco quindi un primo vantaggio per chi scrive una “buona lettera”: più chance nel ricevere una risposta, ma prima di procedere alla stesura della vostra lettera di presentazione non dimenticatevi questi 3 piccoli passaggi che possono davvero fare la differenza:

  • Raccogliete più informazioni possibili sul responsabile, sull’azienda e sulla posizione. Queste vi permetteranno di realizzare una lettera di presentazione vincente. Dove trovarle? Potete utilizzare internet, andando, per esempio, sul sito dell’azienda alla quale vi state proponendo per comprendere su cosa stanno investendo, quali sono la mission e le policies aziendali e se ci sono nuovi progetti in corso. Inserendo sulla barra di google il nome dell’azienda, ad esempio, capirete  immediatamente se ci sono ricerche aperte sui siti di cerca lavoro;
  • Cambiate i contenuti della lettera di presentazione in base alla posizione richiesta.
  • Ricordatevi sempre del vostro ’obiettivo: ottenere il colloquio.

8 consigli per scrivere una lettera di presentazione corretta e renderla unica:

  1. Nella prime righe, indicate come siete venuti a conoscenza della ricerca in corso.
  2. Siate sintetici e pertinenti. Specificate perché volete questo incarico, il valore aggiunto che potete dare all’ azienda e perchè dovrebbero scegliere voi.
  3. La lettera deve essere chiara e strutturata nella forma e nel contenuto, senza superare le 10-12 righe. Rileggetela per verificare che non ci siano errori grammaticali o di battitura ed eliminate qualche informazione se dovesse essere troppo lunga;
  4. E’ importante mantenere viva l’attenzione del selezionatore. I selezionatori ricevono centinaia di curriculum al giorno e hanno poco tempo per fare il primo screening.
  5. Scrivete in modo semplice e conciso, evitando le frasi fatte e i luoghi comuni;
  6. Mettete in risalto le vostre competenze, non le qualifiche che vi mancano. Ricordate, questo è il vostro biglietto da visita!
  7. Alla fine della presentazione, non dimenticate di richiedere un incontro conoscitivo.
  8. Prima di procedere con l’invio testate la vostra lettera chiedendo ad una persona fidata e attenta di leggerla per controllarla un ultima volta e verificare che non ci siano eventuali imperfezioni o lacune.

Esempi di lettere di presentazione:

 Esempio NEGATIVO

Mi chiamo Lara Bianchi e sono laureata in Scienze Geologiche con specializzazione in Scienze e Tecnologie Geologiche. Attualmente sono alla ricerca di un qualsiasi impiego.Sono una xsona dinamica, creativa, predisposta alle pubbliche relazioni e capace di lavorare sia da sola ke in team. Sono affidabile, precisa e sto cercando un’azienda che mi dia la possibilità di lavorare.Cordiali Saluti.

Esempio POSITIVO

Mario Rossi
Via Firenze, 34

00183 ROMA

 

Spett.
VRFORMAZIONE

00143 ROMA

 

Roma, 24 ottobre  2013

 

OGGETTO: risposta a Vostra inserzione/ Annuncio Impiegati Contabili.

 

In relazione all’inserzione comparsa su Lavorare del 15 ottobre 2013, vorrei sottoporre alla
Vostra attenzione la mia candidatura.
Come risulta dal curriculum allegato, ho il diploma di ragioniere e ho un’esperienza biennale come impiegato contabile.
 Sono automunito e risiedo nella Vostra zona. Mi piacerebbe poter contribuire con il mio lavoro e le mie competenze allo sviluppo e al successo della Vostra realtà aziendale.

Sono disponibile a trasferte di lavoro, ad assunzioni temporanee o part- time e ad eventuali corsi
di formazione.

In attesa di un gentile riscontro, porgo distinti saluti.

MARIO ROSSI

Bene! Ora hai una freccia in più al tuo arco per centrare il tuo obiettivo lavorativo.

Hai trovato utile questo articolo? Condividilo con i tuoi amici oppure lascia un commento!

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*