Bonus bebè 2016: chi e come può richiederlo?

Come era già successo per il 2015 la legge di stabilità 2016 ha confermato anche per quest’anno l’erogazione del bonus bebè, l’assegno di natalità, previsto per ogni figlio nato o adottato tra il 1º gennaio 2015 e il 31 dicembre 2017

Bonus bebè 2016, i requisiti

L’assegno di natalità è concesso fino ai tre anni di vita del bambino o fino a tre anni di ingresso del figlio adottivo nel nucleo familiare dopo l’adozione. Sono compresi i figli di cittadini italiani o comunitari oppure i figli di cittadini di Stati extracomunitari con permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo residenti in Italia.

Per poter usufruire del bonus di 960 euro, da corrispondere in rate mensili, è necessario che il nucleo familiare di appartenenza abbia un ISEE non superiore ai 25.000 euro annui. Per i nuclei familiari in possesso di un ISEE non superiore a 7000 euro annui, l’importo annuale dell’assegno è raddoppiato.

Bonus bebè, Inps

Per il bonus bebè la domanda deve essere presentata all’Inps per via telematica attraverso il sito dell’istituto previdenziale dal genitore convivente con il bambino, anche affidatario.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*