Annuncio di lavoro: Come scriverlo efficacemente

Quando si ricerca del personale è fondamentale sapere quali sono le regole base per scrivere un annuncio di lavoro efficace.

Per redigere un’offerta di lavoro bisogna innanzitutto conoscere le leggi che lo regolano (si, hai letto bene, gli annunci sono regolati da leggi ben precise).

Gli annunci di lavoro sono regolati da ben due decreti legislativi (D. Lgs. 9 luglio 2003, n. 216, D. Lgs. 11 aprile 2006, n. 198). In linea di massima, tali decreti dicono che:

Secondo la legge italiana le offerte di lavoro devono essere fruibili per tutte le persone, a prescindere dall’età anagrafica, dal sesso e dall’orientamento religioso e sessuale.

I tuoi annunci perciò non devono contenere riferimenti all’eta dei candidati (ad esempio: “max 30 anni”), così come riferimenti al sesso degli stessi, alla razza o alla religione.

Superata la parte legislativa, vediamo ora come scriverne uno in modo efficace.

Job title

Per Job title si intende la descrizione della mansione che si ricerca, la posizione.

Qui bisogna tener conto di cosa cerca il destinatario del tuo annuncio. È importante mettersi nei panni dei candidati e chiedersi:

il candidato ideale si riconosce nella posizione che ho inserito?

oppure

quanto ho scritto è chiaro per chi lo legge?

Esistono un paio di trucchetti per scrivere un job title in modo efficace.

    1. Inserire le parole più rilevanti all’inizio della posizione: “Autista NCC con conoscenza Inglese” è sicuramente più efficace di “[Conoscenza Inglese] Autista NCC”.
    2. Evitare le banalità. Non cominciare mai il tuo annuncio con un verbo esplicito come assumiamo, richerchiamo, eccetera. Stai pubblicando un’offerta di lavoro, è perciò ovvio che stai ricercando un candidato.

Testo dell’annuncio

In linea di massima la struttura della parte descrittiva dell’offerta di lavoro può ricalcare uno schema prefissato.

In generale deve essere chiaro cosa stai cercando e chi sei, in modo da convincere un eventuale candidato ad inoltrare il proprio curriculum.

    • Descrizione dell’offerta: In questa parte del testo è buona norma specificare quale professionalità stai cercando in un eventuale candidato. Una cinquantina di parole dovrebbero bastare per mettere in chiaro la posizione, il tipo di inserimento e qualche dettaglio in più.

 

    • Chi sei: È importante, specialmente se la tua azienda non è famosa, specificari chi è e cosa fa la tua azienda. Cerca di non fare copia-incolla della sezione “Chi siamo” sul sito web della tua azienda. Piuttosto fai leva sulla solidità dell’impresa specificando il mercato in cui opera e l’anno di fondazione. Anche in questo caso non superare le 50 parole.

 

    • Di cosa si occuperà il candidato: Devi affermare, con assoluta precisione quali saranno le mansioni che verranno date alla persona che occuperà la posizione. Chi legge l’offerta deve poter comprendere perfettamente quanto questa posizione si avvicina ai piani aziendali, in modo che i candidati effettueranno la candidatura qualificando il tuo annuncio.

 

    • Dove lavorerà: Spiega al candidato quale sarà la sua sede di lavoro. Non solo geograficamente parlando; cerca di specificare qualche vantaggio: È in centro? È collegata ai mezzi pubblici? È presente un parcheggio per i dipendenti?

 

    • Requisiti del candidato: A seconda del tipo di posizione che stai cercando di coprire, puoi attuare due strategie: puoi cercare caratteristiche molto specifiche, restringendo quindi il numero di curriculum che riceverai, altrimenti puoi essere meno specifico per ottenere un numero di candidature più elevato.

 

Ti è piaciuto questo articolo? Condivilo su Facebook 😀 Se invece vuoi usufruire del nostro portale per gli annunci di lavoro clicca qui ⇒ VRLAVORO.IT

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*